Castel San Giorgio: altra occasione sprecata. Passa la Mariglianese

CASTEL SAN GIORGIO: Cesarano A., Palumbo C., Porzio, De Luca P., Paragallo, Vicidomini (8’ st Nocerino), Capuano (22’ st Starita E.), Ferrara, Tortora (6’ st Desiderio), De Luca C., Lucarelli. A disposizione: Sellitto, Abbadessa, Fiumara, Esposito. Allenatore: Del Sorbo.
MARIGLIANESE: Varone, Monda, Forino, Maione (22’ st Rea), Loreto, Biancardi, Allocca (33’ st Ambrosino), Sacco, De Biase (41’ st Graziano), Antignani, Romano. A disposizione: Ottaviano, Massimo, Piccolo, Avviso. Allenatore: Papa.
ARBITRO: Ubaldi (Roma 1). Assistenti: Iodice e Iannaccone (Caserta).
RETI: 39’ pt Romano, 4’ st Forino.
NOTE. Spettatori: 100 circa. Espulsi: al 35’ st Nocerino (C) per doppia ammonizione; dopo il triplice fischio Starita E. (C) per comportamento antisportivo. Ammoniti: Tortora (C), Antignani (M), Cesarano A. (C). Calci d’angolo: 4-4. Recupero: 1’ pt; 4’ st.

Un brutto Castel San Giorgio rimedia un nuovo scivolone casalingo, sprecando l’opportunità del fattore campo per incamerare punti preziosi in chiave salvezza. Al Domenico Sessa passa una Mariglianese molto ordinata, ben inquadrata tatticamente, che sfrutta alla perfezione le più nitide opportunità da gol create dalle parti di Cesarano.

La prima metà del primo tempo scivola via sui binari della noia, con un giallo per proteste a Tortora quale unico reale sussulto. La sveglia suona dopo la mezz’ora. Al 34’ una conclusione di Lucarelli trova l’opposizione di Loreto, forse con un braccio; sugli sviluppi, Tortora insacca in spaccata, ma la bandierina del secondo assistente vanifica il gesto tecnico e scatena ulteriori proteste dei padroni di casa. Dopo 5’ la Mariglianese passa: Romano sceglie bene il tempo di inserimento su spizzata di De Biase, accomodandosi la sfera e battendo Cesarano in uscita.

Ad inizio ripresa, dopo un timido tentativo di Sacco, gli ospiti raddoppiano al 4’: schema studiato su punizione, Sacco asseconda il movimento di Forino, che scarica un diagonale imparabile sotto l’incrocio dei pali. Sullo 0-2, i ragazzi di Papa abbassano il baricentro, ma il Castel San Giorgio non riesce a creare reali pericoli, eccezion fatta per un diagonale di Pietro De Luca a metà frazione, con Varone bravo a opporsi di piede.

E per il Castello si mette ancora peggio al 35’ quando Nocerino, ammonito pochi minuti prima, si lascia cadere in area, rimediando il secondo giallo da un troppo fiscale signor Ubaldi. Un diagonale di Ciro De Luca al 40’ è l’ultimo sussulto di gara, ma al triplice fischio l’arbitro estrae il rosso diretto all’indirizzo di Starita, reo secondo il primo assistente di aver colpito un avversario a partita conclusa.