San Giovanni a Teduccio – mare “rosso sangue” nella periferia est di Napoli

Dopo le molteplici denunce per il “mare sporco” al porto del Granatello di Portici, anche le coste di San Giovanni a a Teduccio divengono protagoniste di segnalazioni: a seguito di un video, pubblicato sui social e divenuto virale in poche ore, i cittadini della sesta municipalità son stati allarmati dalla visione dell’acqua che bagna la spiaggia, accessibile da vicoletto Municipio, di color rosso scuro (la colorazione diviene sempre più intensa man mano che si avvicina ai piedi dell’ex depuratore di via Boccaperti).

Notizia sensibile che ha attirato l’attenzione di non poche testate: Alessandro Bottone, giornalista de “Il mattino”, denuncia la totale negligenza anche di alcuni pescherecci che continuano il loro “lavoro” nonostante l’evidente colore ambiguo delle acque.

Il tratto di mare è quello tra il depuratore (seppur dismesso, ma all’interno del quale é ancora attivo un impianto di sollevamento di acqua nere) e la scogliera, oltre la quale vi è l’ex area industriale della Comedini. Qualche mese fa sono stati registrati eventi simili anche a Castelvolturno: acqua divenuta di color ruggine; svariate le analisi al termine delle quali la colpa è stata imputata alla presenza delle Fibrocapsa japonica, un’alga che provoca il cambio di colorazione e il cattivo odore (accertata la sua non pericolosità).

Si attendono aggiornamenti; al momento non va esclusa la possibilità si tratti di sversamento abusivo.

Antonietta Della Femina