Pontecagnano – Al via il progetto “Capitani Coraggiosi”. Inclusione, responsabilità e opportunità alla base dell’evento.

Inclusione, responsabilità, opportunità.

Sono le tre parole chiave del progetto «Capitani Coraggiosi», ideato e promosso dalla Fondazione Picentia e dall’Asd Sporting Club Picentia con il supporto di Special Olympics Italia, che verrà presentato sabato 26 settembre alle 10.30 presso la sede della Fondazione Picentia in via Lucania a Pontecagnano Faiano nel rispetto delle norme legate al contenimento del contagio da Covid-19.  

Il progetto, che avrà una durata di sei mesi, si pone l’obiettivo di coinvolgere in senso lavorativo ragazzi con disabilità attraverso l’inserimento nell’organico come dirigenti accompagnatori.

I ragazzi, nello specifico, seguiranno la squadra in campo nel saluto pre e post partita, saranno i supporter della squadra negli spogliatoi e in campo, prepareranno la distinta di gara, cureranno i rapporti con l’arbitro, custodiranno la borsa medica e si occuperanno di conservare i beveraggi della squadra.

Ruoli di responsabilità, che, oltre a rendere i ragazzi parte integrante delle squadre, avranno anche un riconoscimento economico alla stregua di un’attività lavorativa vera e propria.

I ragazzi coinvolti, prima di avviare il loro percorso di collaborazione, seguiranno dei corsi di formazione curati da tutor esperti del settore che forniranno loro tutte le indicazioni e le informazioni per svolgere al meglio l’attività.

L’intento è quello di conseguire la maggior inclusione sociale possibile in un lavoro connesso al mondo dello sport.

Il primo step del progetto prevede il coinvolgimento di tre ragazzi.

Un numero destinato a crescere nelle fasi successive:

«Le tre parole chiave scelte – spiega il presidente della Fondazione Picentia, Giuseppe Bisogno – sono i punti di partenza di un ragionamento ampio che vogliamo avviare con le realtà del territorio. Includere significa coinvolgere e fare in modo che nessuno resti indietro. Responsabilità significa dare modo ai ragazzi di misurarsi con le difficoltà e le situazioni, non sempre positive, del mondo del lavoro. Opportunità, infine, significa garantire a tutti uguali modalità di accesso all’attività lavorativa. Grazie alla sinergia con l’Asd Sporting Club Picentia, storica realtà del nostro territorio, stiamo mettendo in campo un’iniziativa che può diventare un punto di riferimento per il Sud Italia e modello da esportare in altre attività produttive del territorio per fare in modo che i ragazzi con disabilità siano sempre di più una risorsa per la collettività».