Kart. A Sarno si sono chiuse le WSK Super Master Series 2018. Ecco i vincitori

Il Circuito Internazionale Napoli ha incoronato i vincitori delle WSK Super Master Series 2018 nelle quattro classi in gara. Il lungo weekend si è concluso sotto le temperature quasi estive della domenica, che hanno ulteriormente arroventato l’asfalto del circuito di Sarno.

Si è iniziato di venerdì, con le prove cronometrate per le classi 60cc Mini, la 125cc OK e la 125cc OKJ e la velocissima KZ2 con cambio. Hanno segnato i migliori tempi in pista rispettivamente il russo M. Matveev (Crg/Tm) nella 60ccMini e con lui in cima anche l’italiano A. Spina (id) nella classe 125cc OKJ; il pilota dalle Barbados Z. Maloney (FaKart/Vortex) è risultato il più veloce nella classe 125 OK ed a concludere la leaderboard di giornata l’altro italiano M. Viganò (TonyKart/Vortex) nella classe regina KZ2.

Il giorno 2 di gara, il sabato, interamente dedicato alla lunghissima serie di gare, le manches, utili a scremare i foltissimi gruppi di piloti (in totale 269 verificati) in vista della costituzione delle griglie di partenze per le finali. Nella 60cc Mini il consueto ampio ventaglio di nomi con il russo Matveev che conferma il suo potenziale ma anche il romeno A. Iancu (Maranello/Tm) e lo svedese J. Bergstrom (IP Karting/Tm). Circa la classe OKJ, P. Aron (FaKart/Vortex) imprime il suo vincente ritmo in tre gare. Sugli scudi anche il brasiliano G. Bortoleto (Crg/Tm) e l’italiano G. Minì (Parolin/Parilla) insieme al russo V. Lomko (Kosmic/Parilla). Per i “Seniors” della classe OK belle battaglie a distanza fra il tedesco H. Janker (KR/Parilla) ed il danese N. Nielsen (TonyKart/Vortex) con l’italiano L. Coluccio (BirelArt/Tm) in stato di grazia. Infine la super veloce classe KZ2 dove M. Viganò è stato il padrone!

Domenica con le finali dell’evento e dove si sono decisi i vincitori della serie. Prima finale in programma per la classe OKJ. Per questa categoria, ancora una volta aggiornato il record della pista con l’estone P. Aron ed il suo 58.384 sui 1547 mt del tracciato di Sarno. Comunque, prima fila della finale formata da Aron in pole ed al suo fianco T. Barnard. 13 giri. Gara davvero carica di suspance anche perche l’esito ha avuto effetto sulla classifica finale. Alla fine, vince appunto Aron davanti a Botoleto e Barnard ma è l’italiano G. Minì con la sua quinta piazza finale ad aggiudicarsi la classifica finale di categoria.

La classe OK ha svolto la seconda finale. Prima fila per Janker and Nielsen. Janker condurrà la gara per tutti i 17 giri. Alle sue spalle poche sorprese, con i piloti partiti dale prime file a bruciare l’asfalto. Alla bandiera a scacchi il podio vedrà Janker come vincitore, D. Vidales (TonyKart/Vortex) and N. Millel (id). Con Janker ad aggiugicarsi anche la serie.

Incredibile show nella KZ2 dove M. Ardigò qui Sarno fa la doppietta. Ha vinto lo scorso WSK round e nuovamente chiude in prima posizione questa gara conclusiva della serie. Su 17 giri un’altra fantastica prestazione anche per i piloti alle sue spalle con A. Irlando (SodiKart/Tm) a combattere con P. De Conto (Crg/Tm) per la seconda posizione. Battaglia vinta da Irlando alla bandiera a scacchi. E che sorpresa nel finale con P. Hajek (Kosmic/Vortex) che si appropria del podio proprio a danni del campione del mondoo De Conto. Ardigò si aggiudica quindi anche la serie per la stagione 2018. Infine la 60ccMini che conferma un ottima annata con i nuovi mini piloti. 8 giri di gara e vincitore si conferma il danese M. Stenshorne (Parolin/Tm).

Qui di seguito, la galleria fotografica a cura di Press.net e FotoFormulaK