Cava – L’amministrazione a supporto delle attività del Distretto Sanitario 63

9
Per supportare le attività del Distretto Sanitario 63, in particolare dei medici dell’Usca (Unità Speciale di Continuità Assistenziale), l’Amministrazione Servalli si è attivata con gli Assessori Armando Lamberti (Tutela della Salute), Annetta Altobello (Servizi Sociali) e Antonella Garofalo (Polizia Locale), per risolvere le criticità relative all’esecuzione dei tamponi in modalità “drive in”, presso l’area parcheggio di viale Gramsci e per quelli domiciliari.
A seguito della riunione del Tavolo di lavoro permanente sull’emergenza sanitaria, durante la quale sono emerse una serie di disfunzioni, questa mattina, mercoledì 25 novembre, è stato posizionato un container ufficio, donato dalla ditta Ciro Lodato, per una migliore operatività delle attività dell’Usca che opera al Piazzale Gramsci e che sarà dotato anche di una copertura esterna per l’effettuazione dei tamponi, mentre la Croce Rossa Italiana di Cava de’ Tirreni ha messo a disposizione una autoambulanza per potenziare le visite e l’esecuzione dei tamponi a domicilio.
“Nell’ambito della collaborazione con il Distretto sanitario territoriale – afferma l’Assessore alle Politiche per la tutela della salute, Armando Lamberti – ci siamo attivati per affrontare le problematiche emerse nella esecuzione dei tamponi da parte del personale dell’Asl. Ringraziamo, come Amministrazione, la disponibilità della ditta Lodato e della Croce Rossa Italiana di Cava de’ Tirreni che in questo particolare momento hanno dimostrato una grande sensibilità e generosità nel mettersi al servizio della collettività”.