Castellammare di Stabia – Aggressione a militanti della Lega “Gesto da condannare”

L’episodio risale a questa mattina quando si sono registrati momenti di tensione dove la Lega aveva allestito un gazebo a Castellammare di Stabia, come in altre 80 piazze della regione, per raccogliere nuove adesioni e firmare i quesiti su Immigrazione e Sicurezza.

Erano le 11 quando alcuni giovani dei centri sociali locali hanno aggredito i militanti della Lega, sfasciato il gazebo e rubato bandiere e gadget di Lega Salvini Premier». A renderlo noto il segretario regionale della Lega in Campania, Nicola Molteni.

In serata lo sdegno anche di Fratelli d’Italia con una nota per il gesto compiuto da parte di queste persone violente.

«Si definiscono antifascisti ma sono i primi a censurare le idee politiche dei partiti di destra. Piena solidarietà e vicinanza agli amici della Lega di Castellammare, in particolare alla consigliera comunale Tina Donnarumma, vittime di un’aggressione vile quanto squallida». Lo dicono il commissario provinciale napoletano di Fratelli d’Italia, On. Andrea Delmastro, e il coordinatore d’area dei Monti Lattari, Michele Aprea. «I soliti facinorosi – proseguono – che in passato hanno già aggredito militanti di destra e fatto saltare manifestazioni di Fratelli d’Italia.

A loro rispondiamo che noi, mai e poi mai, sarebbe saltato in mente di bloccare un’iniziativa politica di un partito a noi opposto. La libertà di espressione è sacrosanta, lo sancisce la costituzione. Noi diciamo agli amici della Lega e ai nostri militanti di non fermarsi e non darla vinta ai soliti facinorosi stabiesi. A loro non rispondiamo mai con la violenza, né fisica né verbale, ma con una grossa risata e tanta compassione per i gesti di cui abitualmente si rendono protagonisti. Ci auguriamo provvedimenti dell’autorità giudiziaria per isolarli finalmente»