VIDEO – “Grazie a nome di tutti”, l’evento in memoria delle vittime di Covid-19

Un concerto impreziosito con ospiti d’eccezione è andato in scena ieri sera nella cornice inusuale, ma suggestiva di piazza del Viminale a Roma, proprio davanti alla sede del ministero dell’Interno, illuminata nell’occasione con il Tricolore.

La Banda della Polizia ha suonato in piazza del Viminale, il tributo a chi ha salvato vite umane durante la pandemia. L’evento è stato titolato, non a caso, “Grazie a nome di tutti” e rappresenta una dedica speciale a tutto il mondo della Sanità che ha svolto un lavoro straordinario in un momento così difficile per il nostro Paese, e al ricordo di tutte le vittime della pandemia da Covid19, in particolare, a chi ha lavorato in prima linea a tutela della salute e della vita di tutti.

Alla serata erano presenti il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il capo della Polizia Franco Gabrielli e numerose autorità istituzionali.

Straordinaria e generosa partecipazione di Claudio Baglioni, uno degli artisti italiani da sempre promotore dei valori sociali e di solidarietà, e il prezioso contributo del grande sassofonista Stefano Di Battista che hanno voluto ricordare il grande Ennio Morricone, scomparso alcuni giorni fa.

È stato, poi, il prefetto Gabrielli insieme al presidente nazionale dell’Associazione nazionale della Polizia di Stato Michele Paternoster a consegnare, per la prima volta nella storia della Polizia di Stato, il riconoscimento di “Poliziotto ad honorem”. Il premio è stato assegnato a Enza Anemolo, infermiera e case manager presso la struttura socio sanitaria “San Donato Habilita” di Osio Sotto, in provincia di Bergamo, e a Luigi Cavanna, direttore del Dipartimento di oncologia-ematologia dell’Azienda Usl di Piacenza.
Premiati dunque due operatori sanitari, simboli di quelle persone che, durante l’emergenza, hanno dato prova concreta di spirito di servizio e di abnegazione nei confronti di chi ne aveva bisogno.

Evento GRAZIE A NOME DI TUTTI