Viaggiando con Medianews24. Alla scoperta di Valencia

Valencia è la terza città più grande della Spagna a metà strada lungo la costa mediterranea, una meravigliosa città di mare nota per il suo clima eccezionale, con splendide spiagge sabbiose vicine alla città come Las Arenas, Levante/Malvarrosa Beach, spiaggia di Pineda e Saler Beach, e con più di 500 km di costa. Di seguito una breve guida turistica per tutti coloro che hanno intenzione di recarsi nella città tedesca.

Da uno a dieci: Valencia in 10 punti

1. La cattedrale di Valencia: Puerta del Los Hierros, Puerta del Palau e Puerta de los Apostoles sono i tre portali di accesso alla Cattedrale di Valencia. La visita dovrebbe avere inizio dal Miguelete, la torre che sovrasta la Cattedrale e che offre una panoramica su tutto il centro storico. Ma ciò che attira i turisti è il Santo Graal: il Calice che Gesù pare abbia utilizzato nell’Ultima Cena e custodito all’interno della Cattedrale.

2. La città delle arti e delle scienze: ideata da Santiago Calatrava, racchiude al suo interno cinque spettacolari attrazioni: l’Oceanografic, l’Umbracle, il Palazzo delle Arti, il Museo della Scienza e l’Hemisfèric a forma d’occhio. Si estende per buona parte sul letto del fiume Turia.

3. Il Barrio del Carmen:intorno al convento del Carmen Calzado, è sorto uno dei quartieri del centro storico di Valencia. Il Barrio del Carmen è uno dei posti più frequentati della città. La mattina è il luogo dello shopping, tra negozi alternativi e atelier di grandi marche, di notte è il posto preferito dai giovani che vengono a rilassarsi dopo una giornata di studio o di lavoro.

4. La Lonja de la Seta: (Mercato della Seta) è nata come emblema dell’età d’oro di Valencia, è stata il centro delle attività commerciali e culturali agli inizi del XVI secolo. Nel 1996 è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, come uno degli esempi più belli e meglio conservati di architettura tardo gotica in Europa.

5. Il Mercato Centrale: di fronte al magnifico edificio della Lonja sorge una struttura d’acciaio, con le vetrate colorate e le ceramiche dipinte a mano sulla facciata: è il Mercato centrale, suddiviso in due parti: da un lato la frutta e la verdura, dall’altro un tripudio di carni, tra le quali primeggiano i prosciutti di Salamanca, e di pesci.

6. I giardini del Turia: un’oasi di verde e di pace in pieno centro urbano. L’attrazione principale del parco è una scultura monumentale di Gulliver, lunga 70 metri, ispirata al personaggio di Jonathan Swift. Questo giardino di 9 km di lunghezza situato nell’antico alveo del fiume Turia è un vero e proprio spazio verde che attraversa la città da ovest ad est, fino a raggiungere la Città delle Arti e delle Scienze.

7. Il Bioparco: è molto di più di un tradizionale zoo. E’ un progetto innovativo in cui gli spazi dove gli animali vivono in gruppi sociali, senza separazione dalle altre specie, proprio come min natura. Il parco è diviso in 3 grandi aree: la savana africana, le  foreste equatoriali dell’Africa e del Madagascar e le zone umide africane. Si può passeggiare in queste zone, osservando gli animali in libertà ma in tutta sicurezza.

8. Le spiagge: la città vanta diversi lidi dalla sabbia fine e dorata. Tra i principali, la spiaggia di Las Arenas con i suoi ristorantini dove fare una sosta gourmet, La Malvarrosa, sulla quale improvvisare un torneo di beach volley e La Patacona, dove rinfrescarvi all’ombra con una “horchata de chufa”, la bevanda tipica di questa zona.

9. Plaza de Ayuntamiento: caratterizzata da uno stile architettonico eclettico e da una forma triangolare, è rallegrata dalla fontana centrale e dalle colorate bancarelle di fiori. È circondata da alcuni degli edifici e dei luoghi più rappresentativi della città, come l’Arena, la Estación del Norte, il Municipio di Valencia, il Palazzo delle Poste e la Plaza Redonda.

10. Puente de las Flores: è un ponte progettato da Santiago Calatrava che attraversa il Jardin del Turia della città di Valencia. La caratteristica più evidente del ponte è rappresentata dal fatto che è sempre ornato di fiori, che vengono cambiati più volte all’anno a seconda delle stagioni e delle festività.