Vallo della Lucania. Sotto inchiesta la Comunità Montana: nei guai il segretario generale

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno, al termine di un’attività di
indagine – delegata e coordinata dal dr. Michele Oricchio, Procuratore Regionale della Corte dei Conti per la Campania – ha segnalato un complessivo danno erariale di oltre 350mila euro, causato nell’ultimo quinquennio dai vertici politici e burocratici della Comunità Montana “Gelbison & Cervati”, con sede a Vallo della Lucania.
L’operazione, condotta dai finanzieri della Tenenza di Vallo della Lucania, si è incentrata su diversi profili gestori ed in particolare sul conferimento di incarichi esterni all’Ente locale.
Dalle indagini condotte dalle Fiamme Gialle è emerso un quadro gestionale caratterizzato da persistente illegittimità ed inefficienza, dal quale è emerso il reiterato conferimento di diversi incarichi retribuiti di natura amministrativa e legale ad uno stesso professionista, peraltro già convenzionato con l’Ente come segretario generale, per un complessivo esborso di 355.526,92 euro.
Un impianto – quelle emerso dalle indagini – condiviso dalla Corte dei Conti, che ha ritenuto che tale esborso integrasse un danno alle finanze della Comunità montana in quanto
sicuramente evitabile con una maggiore attenzione nell’uso delle risorse umane e pubbliche
disponibili.