US Angri alle grandi manovre. Occhi puntati sugli scafatesi

Continuano le grandi manovre di calciomercato dell’U.S. Angri 1927 . La società grigiorossa disputerà un accesissimo girone di campionato di eccellenza, insieme a molte squadre del territorio. Un girone ,dunque, dinamizzato dai numerosi derby.

Dopo l’ingresso in società di Giovanni Del Vecchio, giovane DS ambizioso, e figlio del quasi sicuro sponsor “La Torrente” , si sono avute le prime conferme della formazione campione 2018/19. Il tecnico Antonino Gargiulo siederà ancora sulla panchina, e le prime conferme vedono i giovani : Sarno, Volpe, Calabrese e Montuori. Convalidate anche le posizioni dell’esterno d’attacco Manco, Barone e il bomber Tarallo. Giocherà anche quest’anno ad Angri il capitano Loreto, Angrese D.O.C. , per il sesto anno consecutivo.

Passando agli acquisti, messi a segno due colpi di mercato negli ultimi giorni. Quello di Paul Thiongo, centrocampista Keniota classe 1995 cresciuto calcisticamente ad Empoli nell’ epoca Sarri, e quello del ’92 Paolo Borrelli, centrocampista anch’egli. Un centrocampo riformato dalla campagna acquisti che vede ancora trattative per ulteriori rinforzi. Continua il tentativo di portare ad Angri l’esterno di Torre Annunziata Antonio Guarro detto Nino. Poi c’è tanta scafatese nei progetti del cavallino rampante: manca solo l’ufficialità per Liberato Ascione (ex Virtus Scafatese). Idea Antonio Maio a centrocampo, di Pompei ma adottato dalla città di Scafati. Un pensierino sull’attaccante Umberto Romano. Un pacchetto di calciatori in mediana che permetterebbe alla Squadra grigiorossa di puntare seriamente alla vittoria del torneo.Ma la vera ciliegina sulla torta sarebbe l’acquisto del navigato difensore Giorgio Scognamiglio, ex di, tra le altre, Savoia e Sorrento.

(Giuseppe De Quattro)