Universiade, il Giappone batte l’Italia ai rigori e va in finale, ai nocerini non dispiace…

Il Giappone batte l’Italia all’Arechi di Salerno e vola in finale di calcio maschile per affrontare il Brasile, per la gioia dei nocerini, che faranno il tifo a distanza – quasi un paragone con Italia 90 e l’ormai famosa Italia-Argentina a Napoli. Ma stavolta per i nipponici che c…, volevamo dire fortuna, siamo gentili e riverenti come loro. Hanno superato gli azzurri di Arrigoni ai rigori. Sul palo centrato dagli 11 metri da Vitturini, è esplosa la gioa del generale. In precedenza, gol di Morishita e Zonta nei tiri ad oltranza mentre nella sequenza normale dagli 11 metri, gol di Serena, di Yamamoto, di Galeandro, fuori l’esecuzione di Grieco, gran parata di Marcantognini, gol di Sbrissa e Takamine. I tempi regolamentari erano finiti sul 3-3, gol pari in extremis di Zonta su rigore, il 2-3 era stato firmato da Vitturini su assist dello stesso Zonta, il Giappone s’era portato sul 3-1 con gran gol di Kaneko, il 2-1 per i nipponici firmato invece da Ogashiwa. Primo tempo finito sull’1-1, vantaggio di Ungaro e pari di Kodama.