Un Poeta al risveglio, Renato Zero

Sempre meno gente si lascia avvicinare toccare
Muoio per sapere cos’hanno nella testa e nel cuore
Sempre più proibito entrare nel privato
Per saperne un po’ di più
Apparentemente disponibile sei tu
So essere discreto riesco a mantenere un segreto
Nessuno è perfetto è umano avere almeno un difetto
Forti ricchi e belli biondi sani e snelli
Non dirmi che gli crederai
Dietro quelle storie squallide miserie vedrai
Possiede un passe-partout la mia curiosità
Per misurarla un metro non basterà
Sa sciogliere ogni nodo e ti ritrovi nudo
Poi piano piano ti sedurrà
Voyeur voyeur voyeur
Siamo un po’ tutti voyeur
Irriducibili spie smanie segreti bugie
La mia curiosità non ha sesso e non età
Forse è per questo che successo ha
Se ti ferirà colpevole non è
In un mondo di voyeur
Voyeur, voyeur, voyeur
Solo la notte è con te viaggi nei sogni non tuoi
Entri nei panni che vuoi che vuoi che vuoi
Voyeur, voyeur, voyeur
Di chi sei figlio, voyeur
Nessuno ti adotterà
Forse la strada tua madre sarà
E già e già e già
Usa i lucchetti che vuoi
Ti scoverò prima o poi vedrai
Voyeur, voyeur, voyeur