Tutti a tavola con un menù dai gusti decisi!

Scialacedri con cozze, filetti di tonno e fiori di zucca

scialcedri con cozze filetti di tonno e fiori di zucca

Grazie, ad una bellissima vacanza fatta con amici nella bella Calabria, ho scoperto gli scialacedri!

Si, come capirete dalla parola in se, gli scialacedri sono un tipo di pasta (gli scialatielli) con al loro interno del cedro ( segreto resta ancora il modo in cui viene impiegato).

Il cedro è un agrume che ha una storia antichissima e affascinante alle spalle e, qui in Calabria ma soprattutto nella zona di Santa Maria Del Cedro ha trovato il suo habitat naturale più favorevole in quanto, vi è concentrata la maggiore produzione europea.

Come succede nella maggior parte dei casi, quasi nessuno è disposto a svelare una ricetta che vanta anni di tradizione ma, sono riuscita a farmi dare un consiglio da un calabrese doc. su come, sia meglio cucinare questo tipo di pasta ed è stato che: l’ideale è cucinarli con del pesce e non aggiungerci troppi ingredienti perchè, già posseggono un forte sapore di suo, dovuto alla presenza del cedro.

Per ora, vi offrirò quelli comprati nella terra di origine ma presto seguirà la mia interpretazione che, regalerò a tutti quelli che mi seguono e seguiranno assiduamente.

Gli scialacedri potrete trovarli nei negozi forniti di specialità regionali, la ricerca non sarà forse tanto facile ma non sarà neanche impossibile.

Gli scialacedri a me sono piaciuti tanto e, sono sicura che piaceranno anche a voi.

Che ne dite allora di provare a cucinarli? Vi aiuterò a farlo con questa mia ricetta, quindi rimbocchiamoci le maniche!

I vostri ospiti rimarranno colpiti piacevolmente, dall’aroma fresco ed originale che il cedro regalerà alla pasta.

Ingredienti:

500 gr. di scialacedri; 10 fiori di zucca; 200 gr. di cozze; 2 filetti di tonno sott’olio; 1 spicchio di aglio; 1 filo di olio evo e cedro q.b.; sale q.b.; 2 cucchiai di acqua di cottura degli scialacedri.

Preparazione:

Pulite bene le cozze, lavatele e tenetele da parte.

Ora pulite i fiori di zucca togliendogli il pistillo, lo stelo, la parte inferiore del fiore con le sue foglioline verdi, lavateli e tenete anche questi da parte.

Prendete ora una padella, aggiungeteci 2 cucchiai di olio e quando questo è caldo anche il mezzo spicchio di aglio poi, aggiungeteci anche le cozze e coprite con un coperchio per farle aprire.

♥Mi raccomando, fate aprire le cozze a fiamma media.

Una volta aperte le cozze, toglietele dal loro guscio e tenetele da parte conservando il loro sugo.

Ora prendete la padella dove avete aperto le cozze e metteteci dentro, le cozze  sgusciate, il loro sughetto, non tutto però ( tenetene da parte sempre qualche altro cucchiaio) i filetti di tonno e fate scaldare per pochi minuti poi, aggiungeteci infine i fiori di zucca ed un pizzico di sale e fate amalgamare.

condimento per scialacedri

Fatto questo, mettete a bollire l’acqua per la pasta e quando questa bolle, salatela e calateci dentro gli scialacedri.

Gli scialacedri devono cuocere circa 8/9 minuti perchè devono essere aldenti.

Una volta cotti, scolateli ( tenete da parte qualche mestolo di acqua di cottura, potrebbe servire) e amalgamateli insieme al condimento preparato prima aggiungendoci anche, qualche cucchiaio di sugo delle cozze (filtrato però) e, se il tutto dovesse risultare un pò asciutto aggiungeteci anche, un pò di acqua di cottura della pasta.

Gli scialacedri così sono pronti, serviteli subito e se vi va potete aggiungerci un pizzico di peperoncino.

Gustosi!

Frittura di totani

frittura di totani

Ingredienti:

1 kg. di totani medi; 5 cucchiai di semola di grano dura rimacinata; 5 cucchiai di farina 0(facoltativa); sale q.b.; olio di semi di arachidi q.b.

Preparazione:

Pulite i totani estraendo dalla loro sacca l’osso al loro interno poi, separate delicatamente la testa del totano dal corpo e i tentacoli dagli occhi poi, al centro dei tentacoli si trova il becco che è duro e anche questo deve essere tolto infine, private il totano delle sue interiora.

Lavate ora i totani sotto acqua fredda corrente e, tagliateli ad anelli con una forbice grande.

Una volta fatto questo, asciugate delicatamente i totani con della carta assorbente da cucina o uno strofinaccio di cotone.

Prendete una ciotola e metteteci la semola e la farina setacciandole però e, infarinate tutti i vostri pezzi di totano, pochi pezzi per volta.

totani infarinati

Consigli per una frittura croccante: infarinate il pesce e friggetelo subito altrimenti, questo si inumidisce e la panatura si stacca; Per avere del pesce sempre croccante, infarinarlo sempre con della farina di grano duro; Prima di infarinare il pesce, asciugatelo bene; Scuotete delicatamente il pesce infarinato prima di friggerlo; Salate il pesce solo dopo averlo fritto; Usate solo olio di qualità e adatto per le fritture (olio extravergine o olio di semi di arachidi); Friggete il pesce in abbondante olio; L’olio per la frittura deve friggere, arrivare quasi a bollire.

frittura

frittura 2

Ora mettete a scaldare abbondante olio in una padella (io preferisco una pentola o una padella dai bordi alti) e quando l’olio sta friggendo, calateci dentro dei pezzetti di totano pochi alla volta, così che la frittura non si sfaldi.

Una volta dorati, scolateli ed appoggiateli su della carta da cucina e solo alla fine, salateli.

Gustosi!

Sorbetto al cantalupo con bimby

sorbetto al cantalupo

Ingredienti:

600 gr. di cantalupo; 1Kg. e 800 gr. di ghiaccio; 380 gr. di zucchero semolato o a velo.

Preparazione:

Per prima cosa riduciamo lo zucchero semolato a velo, polverizzandolo per 20 sec. a veloc. 10.

♥Se avete già lo zucchero a velo, saltate questo passaggio e mettete lo zucchero a velo semplicemente, nel boccale.

Ora prendete il cantalupo, toglietegli la buccia, i semi, riducetelo a pezzetti e tritateli per 20 sec. a veloc. 5.

Infine aggiungete nel boccale i cubetti di ghiaccio e frullate tutto per 2 minuti a veloc. 9. aiutandovi con la spatola di tanto in tanto.

♥Se volete un sorbetto ancora più cremoso, aggiungete dopo aver tritato i pezzetti di cantalupo un albume montato a neve.

Gustoso!