Turris, colpaccio Picci. “Adesso voglio vincere a Torre”

La Turris fa decisamente sul serio. Dopo un primo incontro preliminare con il diesse Vitaglione, stamattina l’accordo. Antonio Giulio Picci vestirà la casacca corallina nella prossima stagione. Una trattativa serrata, agevolata dalla volontà di entrambe le parti di perfezionare l’intesa. La società corallina voleva a tutti costi l’attaccante di origini baresi e lui, reduce dalla vittoria del campionato con la maglia della Virtus Francavilla, ha sin da subito lasciato intendere di preferire la Turris.

“Ho incontrato una società seria, ambiziosa ed organizzata – spiega l’attaccante subito dopo l’incontro con i vertici della dirigenza corallina – e conosco ormai da tempo sia il diesse Vitaglione che Torre del Greco. Una piazza che mi affascina e mi stimola parecchio. Gioco solo per vincere, sono abituato a vincere e voglio farlo anche qui a Torre. Negli ultimi nove anni sono sempre andato in doppia cifra ed ho vinto quattro campionati. Questa meravigliosa striscia di successi deve far tappa anche a Torre del Greco. Voglio esaltare il Liguori ed continuare ad esaltarmi. Sono state impressionanti le attestazioni di stima che in questi giorni sono arrivare dai tifosi della Turris. Conoscevo già il loro entusiasmo e la loro passione ed adesso voglio viverli in prima persona. Cosa prometto? Maglia sudata ogni domenica, indipendentemente dal risultato. Con quella marea rossa al nostro fianco, poi, sono certo che sarà come giocare in casa anche lontano dal Liguori. Non vedo l’ora di cominciare”.

A far reparto con lui, Michele Tarallo. “Conosco Michele dai tempi delle giovanili. È un calciatore fenomenale ed una persona straordinaria. Se siamo compatibili? Per due che sanno giocare a calcio e che hanno sempre fatto gol, i problemi di compatibilità non si pongono mai”.

Adesso un perido di meritate vacanze, poi l’avventura all’ombra del Vesuvio. “Non appena matureranno i tempi metteremo tutto nero su bianco. Il mio entusiasmo è almeno pari a quello dei tifosi”.