Testata all’arbitro: si “scomoda” Tavecchio per quadruplicare la squalifica!

La Corte Federale d’Appello ha accolto il ricorso del presidente Figc Carlo Tavecchio, quadruplicando la squalifica comminata a un calciatore della società Simone Fierro (Prima Categoria girone F), reo di aver aggredito l’arbitro nel corso della gara Santa Maria-Simone Fierro del 6 febbraio scorso.

Il Giudice Sportivo Territoriale della Campania (Comunicati Ufficiali n. 75 dell’11 febbraio 2016 e n. 77 del 18 febbraio 2016) aveva comminato uno stop di un anno – fino al 6 febbraio 2017 – corredato da un’ammenda di 150 euro, perché il calciatore «al 39′ del secondo tempo ingiuriava e minacciava il direttore di gara e lo colpiva con una violenta testata, provocandogli capogiri e lesioni del labbro».

Contro la decisione, il presidente Tavecchio aveva opposto ricorso, ritenendo incongrua la sanzione. E la Corte Federale d’Appello, accogliendo il reclamo, ha rideterminato lo stop disciplinare fino al 6 febbraio 2020.