TERREMOTO IN ALBANIA – FORTE SCOSSA DI MAGNITUDO 6.5, AVVERTITA ANCHE A SALERNO E PROVINCIA

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.5 ha colpito alle 2,54 ora locale (le 3,54 in Italia) la costa settentrionale dell’Albania, vicino Durazzo.

Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano, il sisma ha avuto ipocentro a circa 10 km di profondità ed epicentro tra Shijak e Durazzo.

La gente è scesa in strada in preda al panico, a Durazzo numerosi danni agli edifici e decine di persone arrivate in ospedale con fratture e altre lesioni.

Il sisma avvertito in Puglia, Basilicata, Abruzzo, Salerno e provincia.

L’intensità del fenomeno, classificato al 6.5 della Richter, è una delle più intense registrate nella vicina area balcanica.

Nel terremoto dell’Irpinia del 23 novembre 1980 fu di 6.9 Richter durò 90 secondi.

È stata la scossa di Terremoto più forte e lunga che si sia registrata negli ultimi periodi, nel 2016, la più forte fu registrata a Norcia, in provincia di Perugia, la mattina del 30 ottobre, e toccò i 6.5 gradi di magnitudo, seguita dalla scossa della notte del 24 agosto ad Accumoli, che raggiunse i 6 gradi.

Aggiornamenti ultima ora 07.36

Maggiormente è stata avvertita solo ai piani alti in tutta le provincie di Napoli,Salerno,Avellino.

Sono appena 50 le scosse di assestamento registrate fino a pochi minuti di magnitudo tra 4.2 e 5.4,la più forte quelle delle 2.54 di magnitudo 6.5 della scala Richter, al momento ci sarebbero 150 feriti, si scava tra le macerie di diversi palazzi crollati alla ricerche di diversi dispersi, si scava a mani nude.

Il sisma è stato avvertito in Campania, ecco dove: Napoli, Fuorigrotta, Vomero, Sorrento, Castellammare, Torre Annunziata, Pompei, Scafati, Angri, Nocera Inferiore, Nocera Superiore, Pagani, Cava Dei Tirreni, Roccapiemonte, Avellino, Amalfi, Maiori Montoro, Atripalda, Monteforte Irpino, Roccadaspide, Pontecagnano, Paestum, Frattamaggiore, Baronissi, Battipaglia, Lancusi, Sapri, San Pietro Tanagro, Fisciano, Mercaro San Severino, Altavilla Silentina, Giffoni Valle Piana, San Cipriano Picentino ,Siano, Puglia, Abruzzo e Basilicata.

E’ stato attivato il numero di emergenza per gli italiani che vivono o risiedono per lavoro, e studiano si trovano nella zona del sisma.