Striscioni ai balconi per chiedere “Verità per Sara”

I cittadini di Pimonte, ma anche di Agerola, hanno in tal modo manifestato solidarietà alla famiglia di Sara Aiello, la 36enne morta nel 2015 in circostanze poco chiare. La donna fu filmata dal marito mentre soffriva a causa di una violenta crisi. Un gesto, ha ricordato poi lo stesso marito ai magistrati, fatto dopo l’espressa richiesta del medico neurologo. Nei giorni scorsi, però, il sostituto procuratore di Torre Annunziata Alessandra Riccio, subentrata alla collega Andreana Ambrosino, ha chiesto l’archiviazione del caso. Contemporaneamente è partita anche una raccolta di firme da inviare poi all’onorevole del Movimento 5 Stelle Vittorio Ferraresi, sottosegretario alla Giustizia del governo Conte.