Strettamente Personale: la novità è già scomparsa

Cosa voleva essere il Campo progressista? Pisapia nemmeno l’ha capito, abbracciato prima da D’Alema e poi da Renzi, ha scelto alla fine di sottrarsi a qualsiasi abbraccio. Campo progressista è esperienza già terminata, l’ex sindaco di Milano s’è reso conto che da una parte e dall’altra non c’è spazio per quel dialogo a sinistra che lui pretendeva tra separati in casa anzi da divorziati veri e propri. Addio Campo Progressista. In campo scenderanno l’esercito degli ottimismi senza ragione, i renziani, e la banda dei pessimisti pieni di speranza, ovvero il nucleo grassista.