Sri Lanka e bombe, Pasqua di sangue

Esplosioni hanno colpito stamattina nel giorno di Pasqua tre chiese e tre hotel tra la capitale Colombo e un’altra città dello Sri Lanka. Al momento i morti sono almeno 156 e si parla di oltre 500 feriti. Tra le vittime ci sono anche almeno 35 stranieri. Nel Paese dell’Asia meridionale la minoranza cristiana è circa il 7,5% della popolazione.

Secondo la polizia le esplosioni sono avvenute in un quartiere a nord della capitale Colombo e nella città di Negombo, alle porte della capitale.

Secondo quanto riporta la Bbc online, che cita fonti ospedaliere, almeno nove stranieri sono morti in seguito agli attentati ai tre hotel di Colombo. Gli hotel colpiti sono lo Shangri-La, il Kingsbury Hotel e il Cinnamon Grand.