Sospesi post manifestazione, studenti del Virtuoso sul piede di guerra

Protesta questa mattina da parte degli studenti dell’istituto Virtuoso di Salerno. Dopo essere stati sospesi dal Dirigente Scolastico Gianfranco Casaburi perché assenti “immotivatamente” il 12 ottobre, giorno della mobilitazione studentesca provinciale, i ragazzi hanno deciso di restare fuori scuola senza partecipare alle lezioni. Il preside ha annunciato che i genitori avranno sette giorni per giustificare l’assenza dei figli, in caso contrario la sanzione verrà applicata in data 22 ottobre. Il Dirigente ha motivato così la propria decisione:

“La finalità reale del provvedimento adottato è stata quella di richiamare fortemente l’attenzione della famiglie su quanto accaduto e di rimettere ad esse, come è legittimo e naturale, la responsabilità di avallare o meno il comportamento dei figli minorenni, giustificandone eventualmente il comportamento. Per questo motivo, la scuola accetterà tutte le giustifiche che le famiglie o dei titolari della responsabilità genitoriale riterranno opportuno presentare per l’assenza dei loro figli, comprese quelle che confermeranno l’adesione alla protesta studentesca, avallandola”, mentre la comunicazione è stata mandata alle famiglie tramite SMS.

ANNA VITTORIA FATTORE