Serie B, resta inalterato il format di playoff e playout

Assemblea di Lega B a Milano. Presenti 19 società su 20, assente il Pordenone. In apertura le comunicazioni del presidente Mauro Balata, fra le quali il recente incontro con il sottosegretario con delega allo Sport Giancarlo Giorgetti. Un appuntamento durante il quale è stata sottolineata la capacità di appartenenza nei territori da parte dei club calcistici e di conseguenza l’importanza sociale che ricoprono i club della Serie BKT.

Sempre nella riunione tenuta a Palazzo Chigi Balata ha inserito al centro della discussione l’accordo di separazione con la Lega Serie A: “Un accordo strategico per il nostro futuro in quanto ci sono obbligazioni pattuite, parte delle quali (l’1,5% sul 7,5% definito) non sono state mai adempiute. Risorse che potrebbero– ha detto Balata – consentire di avviare, fra le altre cose, quel processo di ristrutturazione degli impianti sportivi fondamentale per la crescita dei club”. Proprio sul tema della mutualità l’Assemblea ha dato mandato al presidente di proseguire sul cammino intrapreso con l’impugnazione della delibera.

L’Assemblea ha confermato le modalità di playoff e playout delle ultime stagioni, così come è stato ribadito quanto deciso lo scorso 19 giugno circa lo stop per le soste nazionali e la disputa delle gare di campionato durante le festività natalizie (21, 26 e 29 dicembre), da cui conseguono quattro turni infrasettimanali: il 24 settembre, il 29 ottobre, il 3 marzo e il 21 aprile.

Ancora non stabilita invece una data per il sorteggio dei calendari, che sarà stabilità nella prossima assemblea del 1 agosto. Certa invece la location, che sarà Ascoli, mentre l’Arena Garibaldi di Pisa ospiterà il match inaugurale d’anticipo della stagione 2019/2020 di Serie B.