Scoperta piazza di spaccio con minori coinvolti: 12 arresti

Ben 12 ordinanze di custodia cautelare sono state messe questa mattina dal GIP di Napoli. Le indagini sono partite per scoprire gli autori dell’omicidio dell’anziano Mariano Bottari, morto a Portici nel luglio del 2014 in seguito una rapina. Le indagini per identificare gli autori di quel delitto hanno portato, attraverso le intercettazioni ai danni di Giovanni Gravino, a scoprire l’esistenza di una piazza di spaccio nel quartiere di Ponticelli, dove il soggetto intercettato era dedito allo spaccio di cocaina insieme alla convivente Maria Pina Sartori. Dall’ordinanza si evince che il sistema era ben radicato e apparteneva a più componenti della famiglia Gravino; secondo quanto hanno scoperto i Carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata si trattava di una vera e propria impresa di famiglia alla quale, purtroppo, collaboravano anche minori di 14 anni. Altri familiari quali Anna Sartori, Patrizia Ariosto ed Enzo Gravino partecipavano al confezionamento della cocaina venduta da 55 a 60 euro al grammo a seconda del mercato della droga in quel momento. Nell’ordinanza del gip è stata disposta la misura cautelare anche per Castrese Brusco, elemento che acquistava la cocaina dai Gravino e la rivendeva ai propri clienti.