Scavi di Ercolano. Si conclude il progetto Maiuri: Catrin Huber incontra guide e visitatori

3

Un dialogo tra l’arte contemporanea e gli spazi ed oggetti dell’abitare nei siti vesuviani. Lo propone l’artista Catrin Huber, docente alla Newcastle University di Newcastle upon Tyne, che il prossimo 30 ottobre incontrerà numerose guide regionali per esplorare il rapporto tra manufatti e spazio domestico. L’incontro sarà aperto a tutti e si terrà presso il sito archeologico di Ercolano nella Casa del Bel Cortile, alle ore 15.
Per l’occasione, allo scopo di offrire una visione della vita domestica e familiare dell’antica Ercolano, è stata allestita anche una mostra. Il 30 e 31 ottobre il progetto lascerà la “Casa” ed arriverà nei laboratori delle scuole della città: tappe presso l’Istituto Iovino-Scotellaro, il II circolo didattico Giampaglia ed il I circolo didattico Giulio Rodinò.
Il 4 novembre invece l’artista s’incontrerà con i visitatori dalle 11.30 alle 12.30, accompagnandoli poi in una visita guidata alla Casa del Bel Cortile.
«In questa maniera – dichiara il Direttore Sirano – si concluderanno le iniziative per ricordare l’inizio degli scavi Maiuri nella forma idealmente più vicina allo spirito del grande archeologo. Un’identità e un orgoglio di appartenenza che occorre rinsaldare per costruire future iniziative culturali e di sviluppo del turismo sostenibile e per valorizzare questo territorio, i cui valori immateriali superano di gran lunga quelli legati al pur straordinario sito archeologico».

Le guide regionali autorizzate possono comunicare l’interesse a partecipare all’incontro entro le ore 12 del giorno 29 ottobre tramite l’indirizzo e-mail hcp@herculaneum.org.

Anna Vittoria Fattore