Scafati. Si lavora per la nuova giunta: Marra fuori? Aliberti:”Valutazioni della maggioranza”

Aliberti alle prese con il rimpasto della giunta. Il sindaco di Scafati in questi giorni sta lavorando per mettere insieme una nuova formazione che tuttavia lo starebbe mettendo in difficoltà per quanto riguarda l’inserimento di alcune figure femminili, in particolare quella del consigliere Brigida Marra che potrebbe rimanere fuori dai giochi. Secondo le voci dei corridoi di Palazzo Mayer, prenderebbe sempre più quota invece il nome di Teresea Formisano la cui nomina avrebbe riscontrato conferma nei piani del primo cittadino. Non si prospetta una situazione facile per Aliberti visto che Marra è da sempre uno dei consiglieri più vicini a lui. Intanto, proprio ieri Aliberti ha diramato un comunicato attraverso il quale ha fatto il punto della situazione dopo la riunione di maggioranza:<<Nell’ambito della riunione di maggioranza non è stata presa alcuna decisione sulla composizione della Giunta. Ancora una volta devo constatare che il “Pierino” di turno, pur di dire la sua riferisce alla stampa cose mai oggetto di discussione. Mai si è ragionato di nomi e Giunta ma si è semplicemente condiviso, sulla base di una mia volontà, una rotazione delle deleghe per tutti i componenti e il ridimensionamento del numero delle stesse anche in considerazione del carico di lavoro che oggi pesa su alcuni assessori. Ogni valutazione di nuovi ingressi o sostituzioni invece, è giusto sia la sintesi di una discussione che coinvolgerà tutti i consiglieri di maggioranza, fedelissimi e non>>. Relativamente agli articoli in cui si titola “Frenata sul rimpasto. Aliberti scarica Marra” o “Aliberti ostaggio dei suoi consiglieri”, il Sindaco: “Il consigliere Marra rimane oggi una delle migliori energie che esprime questo Consiglio Comunale e al di là del ruolo che andrà a ricoprire in questa consiliatura, sono certo farà parte di quel gruppo di lavoro con cui oltre a governare la Città fino al 2018 si ragionerà anche della prospettiva politica futura. Le stesse persone che in questi anni insieme ad altri che pure hanno dimostrato senso di maturità, responsabilità e appartenenza e che, sicuramente, mai hanno messo in campo atteggiamenti di ambiguità o, come dice la stampa, avrebbero provato a rendermi ostaggio>>.