Scafati – Russo: “L’attentato dinamitardo è un messaggio forte e chiaro”

Scafati. Per il consigliere Michele Russo “l’attentato dinamitardo di questa notte, al negozio ‘Annabel’, è, purtroppo, un messaggio forte e chiaro.

La camorra ricorda alle sue vittime ed alla città che c’è, che opera e che pretende, anche ora.
Nella nostra città non è una novità.

Questo momento di crisi, dalle prospettive ancora drammaticamente incerte, rischia di essere terreno di coltura ancora più fertile per il malaffare ed il suo proliferare.

I cittadini ognuno per la sua parte facciano fronte comune, collaborino, denuncino e siano solidali con le vittime. Solo uniti si possono continuare a combattere tali fenomeni.

Sicuramente è necessario, lo diciamo da tempo, un potenziamento delle forze dell’ordine a Scafati. La terza città della provincia non può avere solo una caserma di carabinieri che svolgono un lavoro encomiabile, tuttavia sono in evidente sotto Organico. E di notte se accade qualcosa, spesso, occorre attendere che arrivino uomini da Nocera Inferiore. Inaccettabile.

Per non parlare della mancanza di un commissariato di polizia.
Obiettivi che devono essere comuni a tutte le forze politiche.

Sicuramente Scafati, poi, lamenta da troppi anni, la mancanza di una rete di videosorveglianza efficiente, moderna e diffusa su tutto il territorio comunale. Ritardi ingiustificabili, come ingiustificabile è la mancata adesione negli anni ai tanti bandi che finanziavano tali interventi.
E l’assenza di tali impianti efficienti è un indice fortemente negativo nelle valutazioni degli organi centrali sull’operato delle amministrazioni.

Chi ha la responsabilità del governo locale ha poi un altro dovere, erigere una muraglia invalicabile ed impermeabile a qualsiasi tentativo di infiltrazione malavitosa nella gestione amministrativa pubblica.
E su questo a Scafati dobbiamo essere ancora più vigili e lo saremo.