Scafati, Piano Lavoro, ora lo vogliono tutti

Su Facebook, il sindaco Salvati interviene in materia così

Assunzioni Comune di Scafati. Abbiamo deciso di confermare la scelta fatta dalla Commissione straordinaria di aderire al piano lavoro della Regione Campania, il cui bando è stato pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale. Tale scelta, al di là degli steccati ideologici e politici, si rende inevitabile vista la grave carenza di personale del nostro Comune, che rende sempre più difficile l’espletamento delle attività amministrative ordinarie. Entro fine anno altri dipendenti andranno in pensione, riducendo ulteriormente la disponibilità di risorse su cui potremo contare. Siamo al collasso. Abbiamo bisogno di reperire nuove figure professionali che risultano indispensabili per far fronte al grande lavoro che c’è da fare quotidianamente, partendo dalle priorità più urgenti. Espletare i concorsi autonomamente avrebbe comportato un dispendio di risorse che il Comune di Scafati non può permettersi e, soprattutto, tempi molto più lunghi per l’avvio delle procedure selettive. Pretenderemo da parte della Regione Campania la garanzia di procedure trasparenti e soprattutto celeri, per consentirci di poter attingere in tempi brevi alle graduatorie dei vari profili professionali che verranno stilate. Scafati prima di tutto!

 

Tono diverso dall’opposizione, con la nota firmata da Michele Russo.

Avevamo denunciato il fatto che la nuova giunta di Scafati, tra gli applausi del Movimento 5 Stelle, avesse manifestato l’intenzione di recedere dal Piano Lavoro della Regione Campania. Nello stesso Consiglio comunale di lunedì, dopo il mio intervento, il Sindaco aveva confermato questa intenzione.  Sarebbe stato un grave errore abbandonare una procedura trasparente e imparziale, a favore di un ritorno a vecchie pratiche di controllo della macchina pubblica da parte del potere politico. Oggi fortunatamente l’amministrazione fa un passo indietro, e con un comunicato sui social conferma l’adesione al progetto che tra agosto e settembre vedrà migliaia di giovani competenze ambire ad un doveroso ingresso nella pubblica amministrazione. Il nostro lavoro di opposizione, sui temi e per il bene della città, non conoscerà sosta: e qualche risultato arriva già nei primi giorni.