Scafati – Incendio del deposito, ingenti i danni, l’assessore Arpaia “tenere porte e finestre chiuse”

Intensa serata quella che ha visto gli uomini dei caschi rossi di tutta la provincia impegnati fino all’alba per domare il vasto incendio che ha interessato il deposito Acanfora di Scafati.

L’annuncio – Con un post sul suo profilo social l’assessore dott. Alessandro Roberto Arpaia, ha avvisato la cittadinanza di evitare il transito sia veicolare che pedonale tra via Passanti , via G.B. Casciello e parte di via D.Catalano a causa della presenza di fumi che provengono dall’incendio di via Passanti. Si raccomanda di tenere porte e finestre chiuse soprattutto nelle zone limitrofe all’incendio. Stamani sul posto anche i tecnici dell’ ARPAC  per i rilievi ambientali. Si confida nella collaborazione di tutti i cittadini.

L’episodio di ieri sera – Il forte boato scuote il silenzio di una serata di caldo afoso dopo le ore 21. Sono bastati pochi minuti che una nube nera si sia sollevata su Scafati, avvolgendo in un inferno di fiamme altissime visibili anche a qualche chilometro di distanza, una fabbrica “deposito” di via Passanti, zona di confine con la vicina Boscoreale. Sul posto anche il primo cittadino di Scafati, Cristoforo Salvati che ha espresso il suo rammarico «Una brutta vicenda per questo disastro e la vicinanza ai titolari dell’azienda ». I carabinieri hanno avviato le indagini per accertare la natura dell’episodio.