Scafati In Movimento: “Sì al Caffè Letterario, ma dov’è la concorrenza?”

scafati-solidaleScafati In Movimento si dice favorevole al Caffè Letterario presente all’interno dell’istituto Scafati Solidale, tuttavia, chiede chiarimenti all’assessore al commercio, Nicola Acanfora, in merito al rapporto con la concorrenza e alle dovute licenze per la vendita degli alcolici.

“Siamo ben lieti  che si svolgano attività di aggregazion e che si sfruttino le risorse che la città dispone ma al fine di avere un servizio equo per i cittadini e a tutela dei commercianti vogliamo precisare alcune cose. Volevamo far notare, in particolare  all’assessore Acanfora che tanto difende la categoria dei commercianti, che un bar all’interno dell’istituto Scafati Solidale, sponsorizzato in maniera così plateale dal comune, situato al Plaza potrebbe creare uno spiacevole sbilanciamento di un privato ed  un effetivo monopolio di quest’ultimo rispetto alle altre attività già presenti nelle vicinanze! Crediamo che tale scelta possa minare in maniera evidente la concorrenza di un settore già in forte crisi. Inoltre chiediamo di sapere se siano in possesso della  licenza per vendere alcolici  visto che vengono dati senza troppi problemi e pertanto  chiediamo a chi  di dovere di verificare il prima possibile. Chiarimenti dovuti visto che parliamo di una concessione garantita per cinque anni a prezzi stracciati ovvero 7000 euro annuali per la gestione non solo del caffè letterario ma anche dell’Auditorium (la cui concessione  giornaliera da solo vale 300 euro ) e della sala prove e non vorremmo che dietro tutta questa ignavia vi siano i soliti amici degli amici da accontentare!”