Scafati. III Circolo Didattico nel mirino dei ladri, dirigenti sul piede di guerra

Continua senza sosta la raffica di furti perpetrati ai danni delle scuole del territorio. Dopo le denunce giunte da alcuni comuni salernitani, nuovi casi di razzie negli istituti scolastici sono giunti da Scafati. Pochi giorni fa, i ladri avevano fatto irruzione nei locali del comprensivo Samuele Falco di corso Trieste, ora invece ad essere stato preso di mira è il plesso del III Circolo Didattico di via Carducci.

Magro il bottino recuperato: pochi articoli di cancelleria nonché le monetine presenti nei distributori di merendine presenti all’interno della struttura. L’amarezza del dirigente e dell’intero personale scolastico si è aggiunta a quella che già circola in città da giorni, specie se si considera che solo lo scorso mese il Falco è stato vittima di ladri per ben sei volte circa. Il prefetto Manari ha chiesto alle forze dell’ordine maggiori controlli sul territorio, ma la preoccupazione e l’allerta resta alta.

Il dato, infatti, allarma tutti non di poco: diversi sono infatti gli istituti che non hanno sistema di videosorveglianza ne tantomeno che siano dotati di buon impianto antifurto. Scuole quindi particolarmente vulnerabili che diventano ottima preda per ladri che potrebbero agire letteralmente indisturbati. I dirigenti scolastici sono pronti a marciare insieme agli studenti per far sentire la propria voce, allargando la proposta di mobilitazione anche alle scuole dei comuni vicinori. L’obiettivo è uno solo: essere in tanti per far sentire, più forte, la propria voce.