Scafati, Forgione si è dimesso. Cucurachi: “Una città allo sbando…”

Scafati. Sta facendo molto discutere la scelta di Giovanni Forgione che ieri, 20 febbraio, ha rassegnato le sue dimissioni da Comandante dei Vigili Urbani.
Una decisione che ha lasciato basiti tanti arrivata come un fulmine a ciel sereno.
Per Marco Cucurachi de “l’Altra Scafati” si tratta di “Una grande perdita per la nostra Città, una persona seria, un professionista integerrimo, un uomo delle Stato che ha accompagnato Scafati nel periodo di Commissariamento a seguito dello scioglimento per infiltrazioni camorristiche“.

E, attraverso una nota apparsa sul suo profilo Facebook, chiede chiarimenti al sindaco: “Perché il Comandante si è dimesso? Quali sono le motivazioni che lo hanno indotto a tale decisione? È venuto meno il rapporto fiduciario con il Sindaco che lo ha nominato? Forgione è diventato scomodo all’improvviso? C’entra qualcosa la riunione di maggioranza sulla mancata nomina dei 110 TUEL. Penso che Salvati debba chiarire pubblicamente questa vicenda, che assume connotati grotteschi e, allo stesso momento, pericolosi. Le motivazioni ce le deve dare il Sindaco perché il Comandante è di nomina sindacale. Una Città allo sbando. Crolla la tenuta democratica e i cittadini sono sempre più sfiduciati. Attendiamo…

Domande quelle di Cucurachi, come anche quelle di Russo, che al momento restano inevase. Il sindaco Salvati per ora si è limitato a ringraziare Forgione per l’impegno profuso e l’ottimo lavoro svolto.