Scafati – Don Peppino De Luca, un rosario a “Santa Maria, rifugio contro la monnezza”

Forse Don Peppino, sacerdote della parrocchia di San Francesco da Paola di Scafati, è senza peli sulla lingua. Se deve rimproverare le anime o pecorelle smarrite, certamente non le manda a dire, ma è diretto, proprio come alcuni minuti fa che sulla sua pagina con un post ha cercato di far ritornare nell’ovile le pecorelle o anime ad una possibile “mea culpa”. Un post per mantenere pulita la città di Scafati.

Con il termine “litanie lauretane” si indicano le suppliche che si pregano alla fine del rosario. Il più antico formulario conosciuto di litanie alla Madonna è databile al XII secolo e si compone di 73 invocazioni. Soltanto i papi hanno il potere di introdurre nuove invocazioni. Ora, non ce ne voglia papa Francesco, a Scafati ci siamo presi la libertà di aggiungere alle litanie “Santa Maria, rifugio contro la monnezza”.

Infatti decine sono le statue della Madonna messe a guardia di anfratti e marciapiedi.      Ora, pur dicendo grazie a chi ha pensato al decoro di questo parte della città…ma un po’ di sana “laica civiltà”, senza scomodare la madre di Dio…no eh? Refugium peccatorum, ora pro nobis.