Scafati, detenzione e spaccio, arrestato il boss Padovani

Umberto Padovani si era trasferito da poco a Scafati, continuando a svolgere l’attività illecita. Nel corso della perquisizione domiciliare effettuata dai militari dell’Arma, sono stati trovati 17 dosi di hashish per un peso complessivo di 47 grammi, tutte già confezionate con cellophane e pronte per la vendita. Trovato anche un altro pezzo da circa 54 grammi, non ancora trattato. Nella dispensa della cucina aveva 2 bilancini di precisione, 1 coltello ancora sporco di hashish e 1 rotolo di cellophane parzialmente consumato.Dopo le formalità di rito, Padovani è stato bloccato in caserma in attesa del rito per direttissima.

 

Già nel 2016 Padovani fu arrestato nell’ambito dell’operazione “Clean 2”, messa a segno dai carabinieri della compagnia di Torre Annunziata. Il blitz smantellò il “supermarket” della droga messo in piedi tra gli isolati 25, 26, 27 e 28 delle palazzine del rione di edilizia popolare di Boscoreale. Era il 27 maggio 2016: le indagini, condotte da settembre 2014 a febbraio 2016, permisero di ricostruire 400 episodi di spaccio, con l’arresto in flagranza di 11 persone, la segnalazione di 86 tossicodipendenti, il sequestro di 250 dosi di cocaina e 140 di marijuana.