Scafati, caso Di Massa. Carella al vetriolo: “complotto M5S e PD!”

Candidato a sostegno di Salvati sindaco tra le fila di Fratelli d’Italia (105) preferenze. Pietro Carella, volto noto in città, da anni ruota attorno la politica scafatese. Da parte sua giungono dichiarazioni forti rispetto alla vicenda che vede coinvolto Alfonso Di Massa.

Non usa mezzi termini, diretto il suo pensiero – “Dico che si è trattato, sicuramente, di un complotto politico. Non è possibile che, proprio post consiglio comunale, venga fuori questo avviso di garanzia” – Non fa mistero di chi possano essere, secondo Carella, gli artefici – “Il Movimento 5 Stelle, ha ai vertici poteri che riconducono ad una certa stampa (Il Fatto Quotidiano). A Scafati sono molto vicini, grazie alla Villani, ai piani alti del movimento. Ha confluito anche il PD, cogliendo l’occasione di abbattere il personaggio politico e la nuova amministrazione” –

Dunque affermazioni, quelle di Carella, che aprono scenari clamorosi. Ma siamo pur sempre nel campo dell’opinione personale.