Scafati – Arrestato “Pusher” con reddito di cittadinanza e incurante delle leggi Covid-19

Ad un normale controllo da parte degli agenti della Guardia di Finanza nella cittadina di Torre Annunziata, un giovane di 31 anni è stato fermato e dai controlli è emerso che percepiva il Reddito di Cittadinanza.

Incurante delle misure restrittive per il contenimento del contagio da Covid-19, si era spostato dalla sua Scafati a Torre Annunziata Napoli per vendere marijuana. Non aveva tenuto alcun conto delle disposizioni ministeriali e regionali inerenti gli spostamenti nell’attuale emergenza sanitaria.

Secondo la notizia riportata dal “Il Mattino“, oltre alla detenzione illecita di 20 grammi di marijuana il pusher deteneva anche circa 30 mila euro nella propria abitazione, nascosti nel fondo di libri di favole per bambini opportunamente modificati.

Al vaglio dei controlli è emerso che lo spacciatore percepiva il Reddito di cittadinanza da più di un anno, dal momento che il suo nucleo familiare era stato dichiarato senza reddito.

Le forze dell’ordine hanno inoltrato la procedura per la sospensione immediata del contributo previdenziale ed è scattato l’arresto per il giovane.

Non è il primo caso di pusher nella provincia di Salerno che spacciano droga o si adoperano nel contrabbando di sigarette e percepiscono contemporaneamente il Reddito di Cittadinanza.