Scafati. Al via i lavori allo stadio, ma il sindaco non c’entra!

Insieme al decoro urbano di manutenzione ordinaria, volgarmente definita (a’ munnezza), i cittadini, quelli vicini allo sport, chiedono attenzione per le strutture sportive. Cavallo di battaglia della campagna elettorale, specie per Alfonso Di Massa e la sua squadra (Scarlato, Lupo, Lombardi), è la questione dello stadio comunale. Non è un  segreto che il patron della Scafatese, Cesarano, anche per queste promesse ha sostenuto Salvati, dunque ci si attendono risposte concrete.

Detto fatto, allo stadio comunale sono partiti i lavori di messa a norma. Tutto molto bello se non fosse solo “per un caso”. Già, perchè i lavori, come pensato da molti, non sono derivanti dall’elezione del sindaco (non ci sono proprio i tempi tecnici), bensì dai commissari, i quali dopo una lunga modalità “austerity” hanno proceduto con la questione stadio.

Al momento stanno eseguendo il rifacimento degli spogliatoi, ridotti all’estremo. Suppellettili, pavimentazione e tutto ciò che concerne la messa a norma.