Scafati – ACSE, Sarconio (M5s): “Comune assente all’approvazione di bilancio e Meriani si dimette”

Scafati. “Oggi purtroppo è stata scritta un’altra triste pagina della vita politica della città.” – spiega attraverso un comunicato stampa il consigliere Sarconio.
“Il Comune di Scafati, rappresentato dal sindaco, non si è presentato per la seconda volta all’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio della società ACSE che, ricordiamo, è la maggiore partecipata del comune di Scafati e si occupa di settori nevralgici come i rifiuti, i parcheggi, la gestione del verde nel cimitero ed in parte della città.

L’assenza del Comune, anche alla seconda convocazione, denota lo sbando in cui versa la città dal punto di vista politico amministrativo.
Le indecisioni sul futuro della municipalizzata ha portato alle dimissioni anche dell’ormai ex amministratore unico Daniele Meriani.
Oggi infatti si sarebbe dovuto approvare il bilancio, nominare un nuovo amministratore unico o confermare l’uscente. Invece il Comune ha preferito non presenziare.

Perché? Due le ipotesi.
Non sanno come gestire la vicenda del CdA? Non trovano la quadra su come spartirsi le posizioni i vari gruppi politici? O dopo un anno non hanno ancora individuato il successore dell’ottimo amministratore unico Daniele Meriani?
In entrambe le ipotesi il minimo comune denominatore sarebbe lo stesso: l’approssimazione e il pressappochismo con cui viene gestita tutta la città, in questo campo come in altri.

La politica è fatta di responsabilità e di scelte, oggi il Comune di Scafati invece ha deciso di lavarsene le mani e ha preferito non decidere.
Questo è grave perché stiamo parlando del braccio operativo del comune.

Esprimo pertanto tutto il mio disappunto per l’assenza del comune di Scafati all’assemblea dei soci. Chiederemo al sindaco di darne conto nelle sedi istituzionali. Plaudo invece alla decisa presa di posizione dell’amministratore Meriani che senza tentennamenti ha rassegnato il mandato, dimostrando di non essere attaccato alla poltrona e di non voler essere confermato, come qualcuno sosteneva, a tutti i costi. Sarà difficile la sua sostituzione, nel frattempo a nome del Movimento 5 Stelle gli esprimo i ringraziamenti per l’ottimo lavoro svolto in questi tre anni. Speriamo che il suo successore continui il lavoro di risanamento dei conti, di rigore, di cambiamento rispetto a gestioni poco chiare che avevano caratterizzato il passato, intrapreso dal professionista individuato dalla Prefettura, 3 anni fa, alla guida di Acse.”