Savoia-San Tommaso 2-0, vittoria con testa e cuore

Il Savoia si schiera con il consueto schieramento per dieci undicesimi: Coppola; Dionisi, Guastamacchia, Poziello; Rondinella, Tascone, Gatto, Bozzaotre; Osuji, Cerone; Diakitè. Il San Tommaso risponde con: Landi, Lambiase, Madonna, Colarusso, Mannone, Pagano, Alleruzzo, Castro, Sabatino, Stoia e Massaro. Al 4’ prima vera offensiva dei Bianchi: palla girata da destra verso sinistra, Bozzaotre crossa per la testa di Diakitè ma la sfera viene spazzata via dalla retroguardia ospite. Al decimo del primo tempo risponde il San Tommaso, con Madonna che va al tiro dal limite e guadagna un calcio d’angolo. Passano 4 minuti di gioco ed arriva un’altra chance per i padroni di casa: punizione battuta a giro da Cerone, ma la palla si spegne oltre la traversa. Al 25’ assolo di Osuji che parte palla al piede e va alla conclusione, non trovando però i pali difesi da Landi. Minuto 31, il Savoia va in vantaggio con Poziello che, di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, sblocca il match. Il cronometro segna 39’ quando Tascone e Bozzaotre si disimpegnano con un uno-due preciso, palla a Diakitè che si accentra e va al tiro rasoterra, senza trovare i pali.


Il secondo tempo si apre con Diakitè che parte in progressione e, da posizione impossibile, tenta il lob morbido ma la palla finisce fuori. Al 9’ c’è il recupero palla e la transizione offensiva rapida degli oplontini: Cerone tenta il pallonetto dalla lunga distanza ma Landi intuisce e blocca in presa.  Al 20esimo il San Tommaso sfonda sulla destra, Guastamacchia è attento e rimedia deviando il pallone in calcio d’angolo. Minuto 26, il Savoia raddoppia con Antonio Guastamacchia che trasforma in rete, di testa, sempre sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Minuto 35, gran conclusione di Tascone che sibila il palo alla sinistra di Landi. Ancora Savoia in attacco al 37’: Orlando trova un corridoio in area per De Vena che si coordina e scocca il tiro ma non inquadra lo specchio della porta. Al 41’ azione insistita del Savoia, con De Vena che calcia rasoterra dal limite ma senza creare apprensione a Landi.Al 47’ tiro a giro di De Vena, con Landi bravo a smanacciare. Il gol annullato a Chironi per fuorigioco è l’ultima emozione.