Sarno, infiammabile davanti alla sede del PD

Liquido infiammabile lasciato davanti alla sede di Sarno. E l’indignazione, nel mondo politico e in quello social non si conta.

È stato un risveglio amaro quello del Partito Democratico della città di Sarno. Gli esponenti del gruppo politico di sinistra per antonomasia, infatti, hanno trovato tracce di liquido infiammabile davanti alla loro sede cittadina. Scherzo o atto intimidatorio? Il gruppo non si è pronunciato, ma i malumori e la “paura” che si tratti del risultato di un clima di avversione verso il Pd stamattina a Sarno l’hanno avvertiti un po’ tutti. Le immagini delle porte della sede impregnate di liquido sono state prontamente postate sui social e stanno diventando virali. In poche righe l’indignazione del partito sarnese: “Ennesimo vile attentato a Sarno – il commento – Stanotte, Liquido infiammabile davanti la nostra Sede locale. Abbiamo impegnato i deputati, il partito nazionale, tutte le Autorità per alzare al massimo il livello di attenzione! Esprimiamo amicizia e vicinanza a Mimmo Manzo, segretario cittadino. Andiamo avanti, con Peppe Canfora, sindaco della città e Presidente della Provincia, per il buon governo e i valori democratici!”

Le dichiarazioni de segretario cittadino Domenico (Mimmo) Manzo non si sono fatte attendere: “Il vile episodio di stanotte – ha detto – è il risultato del clima di odio alimentato contro il Pd e l’Amministrazione comunale”. Ora si indaga.