VIDEO| Sarno: estorsione e droga, 14 arresti, interdetto un poliziotto “infedele”

Di tutto e di più nell’operazione che all’alba di oggi hanno eseguito gli agenti della Squadra Mobile di Salerno  e del  Commissariato di Polizia di Sarno, insieme ai colleghi di Roma e Siracusa. Arresti per 14 indagati, 11 sono stati sottoposti alla custodia in carcere, 2 alla custodia domiciliare, mentre uno alla misura interdittiva della sospensione dalla professione per un anno (un poliziotto di Sarno). E nel blitz è finito anche un ricercato. A casa della fidanzata, si nascondeva  Nicola La Rocca, ritenuto il capo di tutta l’organizzazione, latitante, condannato in precedenza a 14 anni per omicidio (roba commessa addirittura da minorenne). A tutti gli arrestati sono stati contestati i seguenti reati: associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale e porto abusivo di armi, estorsione e riciclaggio. L’indagato non arrestato fa clamore: si tratta dell’assistente Capo della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di Sarno: interdetto per rivelazione del segreto d’ufficio e favoreggiamento personale. Le indagini sono partite da attività investigative svolte proprio a Sarno e segnatamente dalla perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Marco Viscardi, successivamente arrestato, trovato in possesso di un fucile d’assalto AKI47 Kalashnikov calibro 7.62; una pistola semiautomatica calibro 9×18 con relativo munizionamento; 107 grammi di cocaina; 274 grammi di marijuana e 5.100 grammi di hashish. Gli accertamentii, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia, hanno consentito di accertare che sia le armi che la sostanza stupefacente erano direttamente riconducibili a La Rocca, intenzionato a prendersi il comando assoluto del mercato degli stupefacenti nel comprensorio di Sarno, avvalendosi della disponibilità di armi, da utilizzare per attentati in fase di programmazione, in contrapposizione con omologhi gruppi delinquenziali già operanti su territorio. L’operazione della squadra mobile della questura di Salerno coordinata dalla Procura della Repubblica di Salerno ha permesso ancora una volta di accertare la pericolosità di certi sodalizi criminosi. Attenzione puntata anche sul mercato ittico di Salerno dove nei giorni scorsi si è giunti all’arresto di 4 persone che dovranno rispondere dei reati di tentata estorsione aggravata, di detenzione e porto abusivo in luogo pubblico di arma da sparo e del relativo munizionamento.
Lo sviluppo investigativo ha consentito di verificare innanzitutto il movente dell’azione criminosa ovvero il tentativo effettuato da un concorrente, sempre nel settore ittico, della persona offesa di evitare che il predetto acquisisse ulteriori società, dando pertanto mandato ad altri soggetti ad effettuare l’azione dimostrativa resasi necessaria in quanto l’imprenditore/vittima era rimasto insensibile alle “sollecitazioni orali” che gli sconsigliavano di estendere la sua attività.L’operazione della squadra mobile della questura di Salerno coordinata dalla Procura della Repubblica di Salerno hanno permesso ancora una volta di accertare la pericolosità di certi sodalizi criminosi. Attenzione puntata anche sul mercato ittico di Salerno dove nei giorni scorsi si è giunti all’arresto di 4 persone che dovranno rispondere dei reati di tentata estorsione aggravata, di detenzione e porto abusivo in luogo pubblico di arma da sparo e del relativo munizionamento.
Lo sviluppo investigativo ha consentito di verificare innanzitutto il movente dell’azione criminosa ovvero il tentativo effettuato da un concorrente, sempre nel settore ittico, della persona offesa di evitare che il predetto acquisisse ulteriori società, dando pertanto mandato ad altri soggetti ad effettuare l’azione dimostrativa resasi necessaria in quanto l’imprenditore/vittima era rimasto insensibile alle “sollecitazioni orali” che gli sconsigliavano di estendere la sua attività. Durante le perquisizioni domiciliari, effettuate presso le abitazioni degli indagati, venivano rinvenuti e sequestrati n. 2 fucili a pompa cal. 12 e una pistola cal. 9×21, con le matricole abrase, nonché il relativo munizionamento.

Operazione arresti Sarno DIA

VIDEO| Sarno: estorsione e droga, 14 arresti, interdetto un poliziotto "infedele"…

Gepostet von MediaNews24 – MN24.it am Dienstag, 16. Oktober 2018