Sarno, così hanno fregato Lautaro dell’Inter

La procura di Nocera Inferiore sta indagando nei riguardi di un ragazzo di 28 anni, originario di Napoli,  ma residente a Sarno, indagato per falsità materiale commessa da privato. Ci sarebbe, infatti, una firma contraffatta  sul libretto sanitario di un cane di razza “carlino” – come riporta il sito web ilmattino.it –  venduto nel 2018 a  Javier Martinez Lautaro, attuale bomber argentino dell’Inter. Nello specifico, la firma del medico veterinario apposta sul documento risultava non essere autentica, ma messa da qualcun altro. L’abitazione del giovane è stata perquisita giorni fa, alla ricerca di materiale utile alle indagini. Interrogato dai carabinieri, il ragazzo si è avvalso della facoltà di non rispondere.