Sarno. Baby Gang in azione, cresce la paura

Diversi i monumenti vandalizzati, numerosi i danni alle automobili. L'altra sera la banda ha accerchiato un giovane pakistano malmenandolo e facendosi consegnare soldi e telefono. I carabinieri intanto indagano

È vero e proprio allarme Baby Gang a Sarno all’indomani dell’aggressione di un giovane pakistano in pieno centro. Come riportato anche dal quotidiano Il Mattino oggi in edicola, pare che un gruppo di ragazzini stia mettendo a ferro e fuoco l’intera città, spaventando persone e danneggiando cose. Diverse le auto che hanno subito danneggiamenti, diversi i monumenti vandalizzati. Ieri, un ragazzo di origini pakistane è anche stato bloccato, malmenato e derubato.

Una situazione che giorno dopo giorno diventa sempre più critica e sulla quale lavorano a ritmi serrati gli esponenti delle forze dell’ordine. I carabinieri agli ordini del comandante Toni Votale stanno visionando i filmati dei sistemi di videosorveglianza per dare un nome e cognome ai ragazzi che stanno facendo vere e proprie razzie lungo l’intero territorio comunale. L’ultima vicenda, quella appunto ai danni di un ragazzo di origini pakistane. Il giovane, secondo le ricostruzioni, stava passeggiando quando è stato avvicinato, insultato e spintonato. Ha provato, sulle prime a difendersi, ma si è dovuto arrendere di fronte al branco, che gli ha strappato i vestiti di dosso e gli ha intimato di consegnargli denaro e telefono cellulare.

A Sarno la preoccupazione cresce, anche perché pare che questi ragazzi riescano ad agire indisturbati soprattutto in pieno centro cittadino, in zone molto frequentate. Allarmati sono i commercianti, che temono per la propria sicurezza così come per la sicurezza dei loro negozi, allarmati residenti e passanti, che giorno dopo giorno si ritrovano a denunciare l’ennesimo atto vandalico ai danni di automobili in sosta regolare notturna o agli arredi urbani.