Sant’Egidio, rischio processo per il rapinatore di un distributore benzina

E’ stato identificato e ora rischia il processo un 28enne di origini napoletane. Il giovane è accusato di essere stato l’autore materiale di una rapina consumata presso un distributore di benzina il 20 ottobre del 2018. Il ragazzo, M.G. , si sarebbe introdotto all’interno del gabbiotto del distributore, cogliendo di sorpresa il gestore che era impegnato a contare la contabilità giornaliera. Con un coltello da cucina, con lama di venti centimetri, puntato alla gola della vittima, il giovane riuscì ad impossessarsi di 400 euro in contanti. Soldi che la persona rapinata fu costretta a consegnare, in ragione di quell’intimidazione. Per l’indagato vi è anche l’aggravante di aver portato fuori casa, dunque in luogo pubblico, un coltello lungo 13 centimetri, con lama da 20, utilizzato per compiere la rapina.

fonte il MATTINO