Sant’Egidio del Monte Albino – Cibo donato gettato per strada –

Uno schiaffo alla miseria. Uno sfregio a quelle famiglie che proprio non riescono ad arrivare alla fine del mese e che hanno persino difficoltà a mettere il piatto in tavola. Sono stati ritrovati a Sant’Egidio del Monte Albino alimenti distribuiti dal banco alimentare, generi alimentari, consumabili e non scaduti, destinati alle persone con difficoltà economiche.

La questione è stata sollevata pubblicamente con un messaggio Facebook, tra le foto di rifiuti abbandonati per strada, ci sono alcune immagini in cui sono in bell’evidenza dei generi alimentari. Molti chiedono aiuto per comprare cibo e altri lo gettano.

Da 27 anni la Fondazione Banco Alimentare è impegnata contro lo spreco e contro la fame. – ha dichiarato il Direttore del Banco Alimentare Campania –  Il cibo sprecato è cibo rubato ai poveri, ci ricorda Papa Francesco. Dobbiamo sentirci tutti impegnato nella lotta alla cultura dello spreco e dello scarto che sta portando la nostra società a scartare non solo il cibo ma anche le persone.

Secondo alcune ricerche, si stima che in Europa (EU 27) si producono circa 89 milioni di tonnellate di rifiutialimentari (179 kg pro capite). In Italia da 70 96 kg pro capite di cibo commestibile viene buttato ogni anno. Entro il 2020 il totale dei rifiuti alimentari aumenterà fino a circa 126 milioni di tonnellate (ovvero del 40%). Smettere di sprecare vorrebbe dire anche smettere di inquinare, se è vero che per produrre un kg di cibo si immettono nell’atmosfera 4,5 kg di anidride carbonica in media e che in Europa, con 89 milioni di tonnellate sprecate di cibo, si producono 170 milioni di tonnellate di CO2 equivalente. Solo in Italia gli sprechi agroalimentari dal campo alla tavola emettono circa 4 milioni di tonnellate di CO2.

Lo spreco alimentare assume sempre più una rilevanza non solo economica, ma anche culturale, sociale, sanitaria ed ambientale, rappresentando, in un mondo dove ogni giorno migliaia di persone muoiono per mancanza di cibo, un problema etico e di sostenibilità del nostro presente e del nostro futuro. 

@RIPRODUZIONE RISERVATA MN24