Sant’Agnello-Castel San Giorgio 1-2: rossoblù vincenti con l’uomo in meno

Si torna sempre sul luogo del delitto o nel posto del cuore. Fate voi. Rosario Cerminara torna in panchina e il Castel San Giorgio lo festeggia vincendo la seconda partita in campionato, giocando bene nel primo tempo, soffrendo qualcosa per il caldo nel secondo ma reagendo alla grande dopo l’espulsione di Schioppa e il momentaneo pareggio locale. Conferma del 3-4-3 contro la squadra di Serrapica, un Sant’Agnello più attrezzato rispetto alla scadente stagione scorsa. Ferrentino può sbloccarla già al 17′ ma si fa parare il rigore da Formisano. Ci pensa il 2001 Moffa a rompere gli equilibri, anticipando le mosse di Formisano, toccando di punta sull’ottima idea di Maio. Lo scenario cambia al 12′ della ripresa, con l’espulsione per doppio giallo rifilata dall’arbitro a Schioppa, perno difensivo. Ascione è bravo e tempista ad approfittarne. Ma qui viene fuori il carattere dei sangiorgesi, capaci di riprendere il comando delle operazioni. Gennaro Ferrara segna una gran punizione, alla Ferrentino diciamo (era uscito già il fantasista). Nel finale, terzo gol sfiorato due volte, coi pericoli portati da Maio e Improta verso la porta avversaria.

 

 

S. AGNELLO: Formisano, Alfano, Piacente, Veniero, D’Alesio (30′ st Contieri), Di Donna, Liguori (20′ st Esposito), Nocerino (1′ st Trulio), Mosca, Vitale (1′ st Ascione), Fiorentino (39′ st Vanacore). All. Serrapica.

CASTEL SAN GIORGIO: Avino, Olimpo, Siano, Maio, Schioppa, Terlino, Barbarisi (14′ st Cuomo), Ferrara (30′ st Iapicco), Di Sanza (46′ st Napoletano), Ferrentino (10′ st Improta), Moffa (36′ st Mandile). All. Cerminara.

ARBITRO: Matteo di Sala Consilina

RETI: 28′ Moffa(C), 70′ Ascione(F), 75′ Ferrara(C)

NOTE: espulso per doppia ammonizione Schioppa al 12′ st