Sanità, De Luca spiega ora che farà

«In questi anni – ha concluso il presidente della Regione – sono maturati su tutto il territorio campano eccellenze straordinarie. Il Pascale è un’eccellenza straordinaria per la cura dei tumori e dei melanomi, Castellammare, ospedale del Mare, Gragnano. Si è infine invertito un trend, con il ritorno di primari che se ne erano andati dalla Campania, che hanno preferito venire a Napoli. Mi riferisco al dottor Ascierto, che è un’autorità mondiale nella cura del melanoma».«Ora si apre una nuova stagione  abbiamo la possibilità di assumere 7.600 persone nella sanità campana tra medici, infermieri e personale specialistico. Abbiamo poi ottenuto un miliardo e 80 milioni di euro per l’edilizia ospedaliera. Anche la Napoli 3 è interessata per lavori di riqualificazione: al Maresca 6 milioni di euro; Boscotrecase; a Nola verrà aperto un reparto per 16 posti letto; l’ospedale unico della costiera sorrentina, per il quale abbiamo 60 milioni di euro; il completando dei lavori a Castellammare di Stabia, uno snodo importantissimo».