Salerno, Fuorni: ancora oggetti proibiti per il boss

Era destinato al fratello detenuto lo smartphone occultandolo tra le parti intime e rinvenuto dagli agenti della Polizia penitenziaria nel carcere di Fuori a Salerno. Si tratta del boss Luigi Albergatore, 30 anni, elemento di spicco del clan Gionta, che negli ultimi mesi si è reso protagonista di una serie di episodi anche di violenza come quando nel mese di febbraio scorso litigando con un altro detenuto gli tagliò parte dell’orecchio. La scoperta dello smartphone a lui destinato è stata effettuata a seguito di perquisizione personale, pre colloquio, posta in essere dagli agenti della sezione femminile in servizio presso la casa circondariale di Fuorni.