Salerno, era stato espulso dall’Italia ma intanto si era sposato arrestato tunisino

Gli agenti della Polizia di Frontiera di Salerno hanno arrestato R.B., 32enne tunisino, che vanta precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo è stato controllato dagli agenti durante lo sbarco dalla motonave proveniente da Tunisi. Da una verifica, è risultato essere destinatario di due ordini di allontanamento dal territorio nazionale emessi dal Questore e dal Prefetto di La Spezia, dopo essere stato detenuto in Italia per quel tipo di precedenti. Eppure, nonostante i provvedimenti a suo carico, lo straniero non si era mai allontanato dal territorio italiano, avendo contratto anche matrimonio con una donna italiana. Al momento dell’arresto l’uomo aveva con sé una grossa somma di denaro, del cui possesso non riusciva a dare compiute giustificazioni. Dopo le formalità di rito, il tunisino è stato trasferito nel carcere di Fuorni, in attesa del giudizio per direttissima. Nell’ambito dei controlli di frontiera in occasione dell’arrivo della motonave proveniente da Tunisi, gli agenti della Polizia di Frontiera hanno respinto e riaffidato al comandante della nave per il ritorno in Tunisia, B.C. di anni 41, di nazionalità algerina, in quanto destinataria di un provvedimento di diniego del permesso di soggiorno emesso dal Questore di Napoli.