Salerno dice “Si” ai matrimoni gay: al Comune le prime unioni civili

A poco tempo di distanza dall’entrata in vigore della legge sulle unioni civili tra omosessuali nel nostro Paese, anche a Salerno arrivano i primi matrimoni gay. Il primissimo qualche settimana fa, presso la sede distaccata del comune di Salerno, in via Picarielli. Ieri, ancora altre due coppie di uomini sono convolate a nozze. La prima cerimonia della giornata è stata riservatissima: soltanto quattro persone in tutto, i due sposi e i loro testimoni; verso mezzogiorno è stata celebrata la seconda unione, questa volta ricca di amici e parenti che hanno partecipato in silenzio alla funzione svolta dalla responsabile dell’ufficio Stato civile Maria Felicia Casini fino al “Vi dichiaro uniti civilmente”, dopo il quale sono esplosi applausi e urla di gioia, insieme a tanta commozione per una coppia che, finalmente dopo 30 anni, vede riconosciuto il proprio diritto ad amarsi come chiunque altro può fare. Oltre a tre coppie di uomini, sono arrivate alla sede municipale le richieste di alcune coppie formate da sole donne che, prossimamente, si uniranno in matrimonio proprio nell’edificio comunale della zona orientale di Salerno.

Assunta Rossi