Salerno. Caos provinciali, due distinte votazioni preoccupano i partiti

Nella fase di elaborazione finale e di approvazione di alcuni emendamenti proposti dalla maggioranza, il Decreto Milleproroghe corre il rischio di trasformare il voto per le Provinciali 2018 in un enorme papocchio politico ed istituzionale. Infatti, in base alla versione piu’ recente del testo, almeno per quanto riguarda la Provincia di Salerno, ci sarebbe un voto differito.  Il 31 Ottobre del 2018, infatti, sindaci e consiglieri comunali saranno chiamati solo ed esclusivamente ad eleggere il Presidente: senza liste di sostegno, senza alcun tipo di connotazione politica almeno apparente. A Gennaio 2019, invece, ci sarebbe il ritorno alle urne per l’elezione dei 16 Consiglieri Provinciali.