Salernitana: punto d’oro a Cremona, c’era un rigore alla fine

Alla fine il pareggio è da bicchiere mezzo pieno, nonostante tutto. La Salernitana non ha ripetuto la prestazione di sette giorni fa col Verona. Però ha preso un punto importante sul campo della Cremonese. E alla fine recrimina giustamente: l’abbraccio su Djuric nel finale poteva essere da rigore, solo che Guccini, uno che ha sempre portato male ai granata, ha preferito far finta di niente. Meno male che al danno non s’è aggiunta la beffa, meno male insomma che Carretta ha sbagliato l’ultimissima chance. Primo tempo con la Salernitana decisamente sulla difensiva, lasciando il predominio territoriale ad una Cremonese sostanziosa ma pericolosa sul serio, oltre alla collezione di corner, con il colpo di testa di Paulinho e con una punizione dello stesso. La Salernitana viva solo con la rovesciata iniziale di Jallow e un tocco di mano involontario su un tiro di Odjer. Nella ripresa, Salernitana rivoltata con sostituzioni, con qualche progresso a livello di baricentro alzato ma costretta ad affidarsi a Micai per un grande intervento su Paulinho. La risposta? Castiglia che ha chiamato in causa l’ex Radunovic facendogli guadagnare la pagnotta. Poi il convulso finale, con l’espulsione pesante di Schiavi compresa.

Cremonese: Radunovic; Mogos, Claiton, Terranova, Renzetti (33′ st Migliore); Croce, Greco, Arini; Castrovilli (46′ st Kresic), Paulinho, Perrulli (28′ st Carretta) A disp: Ravaglia, Volpe, Del Fabro, Marconi, Boultam, Castagnetti, Brighenti, Emmers, Strefezza. All. Mandorlini

Salernitana: Micai; Mantovani, Schiavi, Gigliotti;Casasola, Odjer (6′ st Akpa Akpro), Di Tacchio, Castiglia, Vitale; Vuletich (21′ st Djuric), Jallow (42′ st Bocalon). A disp: Vannucchi, Lazzari, Migliorini, Perticone, Pucino, Anderson,  Mazzarani, Palumbo, Bellomo, Orlando. All. Colantuono

Arbitro: Guccini di Albano Laziale

Note: Espulso al 49′ st Schiavi per proteste. Ammonito: Odjer, Di Tacchio, Gigliotti. Angoli 9-2. Rec: 1’pt, 4’st.